A Lauro e Innocenti i primi titoli Stampa

marianna-lauroaSono il 40enne toscano Marco Innocenti (nella categoria Quad) e la 32enne sarda Marianna Lauro (nell'Open femminile) i primi vincitori del Camozzi Italian Masters. Il torneo di chiusura della stagione di tennis in carrozzina, in corso sui campi del Tennis Forza e Costanza di Brescia, ha vissuto oggi due match decisivi, che non hanno riservato sorprese promuovendo sul gradino più alto del podio i due favoriti della vigilia.
Nella prova Open femminile, la sassarese Lauro non ha avuto problemi di fronte alla bergamasca Silvia Morotti, che si è arresa in due set (6-1 6-0), come peraltro le era accaduto nei due precedenti contro la rivale. La numero 13 al mondo, reduce dalle Paralimpiadi di Londra, ha confermato di essere la più forte del panorama italiano di 'Wheelchair', dettando legge dall'inizio alla fine della manifestazione. Nell'ultimo match del girone, decisivo per stabilire la vincitrice, la lombarda Morotti (al terzo incontro di giornata) ha provato a tenere testa all'avversaria e per alcuni tratti della sfida ha giocato alla pari, senza però mai dare l'impressione di poter far girare il confronto a suo favore. Tra i 'Quad', invece, qualche problema in più per il toscano (di Poggibonsi) Marco Innocenti, numero 17 al mondo della sua categoria, che è stato sotto di un break nel primo set (3-1) contro Antonio Raffaele, prima di recuperare e imporsi per 6-4 6-2. Anche in questo caso si trattava dell'ultima partita del girone unico, che aveva perso ancora prima del via Giuseppe Polidori, costretto al forfait. Innocenti, che attualmente ha una classifica inferiore al rivale (17 contro 14), aveva vinto gli ultimi quattro confronti diretti e per questo la sua vittoria non può essere considerata una sorpresa.
Così come non è una sorpresa trovare in finale della categoria Open maschile il 38enne emiliano Fabian Mazzei, numero 25 al mondo. Prima ha dominato il suo girone battendo Moretto, Diego Amadori e Luca Spano. Poi ha approfittato del forfait di Antonio Cippo per volare all'ultimo atto. A contendergli il titolo domani mattina (ore 9.30, ingresso libero), ci sarà ancora il piemontese Luca Spano, che tenterà di prendersi la rivincita dopo la sconfitta subita nel girone, peraltro al termine di una bellissima partita, chiusa dal bolognese solo per 6-3 7-6.
Nell'unica semifinale del pomeriggio, Spano ha annullato un matchpoint all'emergente Ivan Lion, finendo per spuntarla col punteggio di 3-6 7-6 6-4. Dopo aver annullato tre setpoint consecutivi nel tie-break del secondo set, Lion ha avuto la possibilità di approdare in finale quando si è trovato avanti per 7 punti a 6. Ma a quel punto l'emozione gli ha giocato un brutto scherzo e un errore gratuito di rovescio ha rimesso in gara l'avversario, che nel terzo parziale non ha tremato. Anche oggi, come nella giornata inaugurale, buona presenza di pubblico per un torneo che ha saputo coinvolgere anche i ragazzi delle scuole.

A Lauro e Innocenti i primi titoli